Claudia, Rosanna e la nonna: generazioni al vostro servizio

Claudia, Rosanna… e la nonna. Generazioni unite per la ristorazione nel segno dell’ospitalità e del benessere, con innovazione, qualità e stile pacato. «La nostra è una grande famiglia – dicono – venite a scoprirla!»

Condurre un Hotel al meglio delle sue potenzialità, ampliarlo, abbellirlo e arricchirlo di servizi sempre innovativi, con attenzione e personalità, facendo felici le persone che vi soggiornano stagione dopo stagione. Questo il compito ereditato da Claudia, Rosanna Masoero, quarta generazione di una ristorazione al femminile cresciuta tra concierge, sala e camere d’Hotel… «Questo è il nostro mondo, la nostra grande famiglia – raccontano Claudia e Rosanna -. Chiunque passa da qui, dal personale agli ospiti, entra a farne parte. Qui l’atmosfera è giocosa e serena; l’allegria e la tranquillità sono per noi valori non desueti». Imprenditrici, moglie, madri… soprattutto donne: «Con sensibilità e attenzione cerchiamo di soddisfare i desideri di tutti. Avere una famiglia così grande ci permette di entrare in contatto con realtà, esperienze ed età diverse. Ciò ci consente di calibrare i servizi offrendo sempre il meglio possibile per bambini da zero a… 100 anni!. Abbiamo 8 figli con un’età che va da 1 mese a 15 anni e molti, molti nipoti; nostra nonna è non solo presente, ma è vera colonna portante di tutto quanto abbiamo costruito… Attraverso i loro occhi (e le loro necessità quotidiane) scopriamo dove spingere la nostra esperienza per dare benessere ed esclusività in maniera efficace e tempestiva. I nostri collaboratori lo sanno: l’obiettivo è il sorriso di chi ti sta di fronte. Ci piace far felice chi ci sceglie! Ci rende felici: è la conferma che ne vale la pena». La conferma che far bene le cose, appaga sempre e siamo molto orgogliose di ciò. In questi anni abbiamo lavorato molto per ampliare l’Hotel. Sono nati il Ristorante, la SPA, la palestra, la grotta di sale, le suite e due aree gioco per bambini. L’hotel è persino diventato una location di eventi… è nato un vero e proprio mondo sul mare che abbiamo ribattezzato Mondo Rosa: un mondo complesso, fatto per deliziare il palato, rilassare le membra, divertire e accogliere chiunque abbia voglia di momenti unici. Vi aspettiamo!».

Luca Gubelli: uno chef da Gran Gourmet all’insegna della semplicità

chef luca gubelli

Formazione milanese, esperienza sul campo come quella a fianco dello chef Paolo Vai, e ritorno nella città viscontea tra cui l’ultimo come Chef del Ristorante Orti di Leonardo, Luca Gubelli è il neo chef del ristorante Gourmet Rosa e dell’Hotel Rosa.

La semplicità non è un difetto: è un pregio. Perché è nell’essenza delle cose che la verità si manifesta. Soprattutto quando si parla di cibo…e di cucina. «Mi piace il sapore di ciò che è naturale, sano, genuino. Mi avvalgo di cotture semplici e di ingredienti selezionati, uniti tra loro in connubi ricercati. Ad esempio, amo associare cotto e crudo, freddo e caldo: il contrasto offre gusti molto definiti, dove un sapore non esclude, ma anzi completa l’altro». E ancora: «La mia è una cucina senza deviazioni: l’attenzione si concentra sulla scelta della materia prima». Tra mare e monti, Luca non teme il passaggio dalla città al mare: «Mi piace cucinare tanto il pesce in tutte le sue sfaccettature quanto la selvaggina. Da Gourmet Rosa unirò la cucina di mare e quella di montagna, mettendo in pratica l’esperienza maturata in questi anni». E poi pochi condimenti, fritti leggeri e molta verdura, soprattutto per i più piccoli. Soprattutto per chi mangia in Hotel. «Voglio che i miei ospiti si sentano come a casa, ma con un gusto in più: il mio».

Antonella, professionalità… in tutte le lingue

Antonella

Sottile e dinamica, Antonella accoglie i clienti alla reception sfoggiando una padronanza multilinguistica senza pari. Perfezionista e meticolosa, non permetterà che nulla venga lasciato al caso. Perché una sana organizzazione e un’attenta osservazione di ciò che la circonda le donano gli strumenti giusti per offrire a colleghi e clienti tutto il meglio di MondoRosa.

«Lavoro all’Hotel Rosa da 14 anni e penso che questo basti a capire quanto io ami il mio lavoro e, in particolare, questo luogo. Sarà per il legame di fiducia che sì è creato con le titolari, sarà per l’amicizia ed il rispetto che mi lega ai colleghi, sarà per via del rapporto che si è instaurato con tantissimi ospiti. Sarà che rivederli ogni anno tornare, soddisfatti e felici di rincontrarci, mi rende felice e soddisfatta a mia volta della scelta che ho fatto tanti anni fa, quando decisi di lavorare qua. All’epoca c’era solo l’Hotel e Graziella a gestirlo… con la grazia che il suo stesso nome le suggeriva. Poi il compito è passato alle figlie… e il mood non è cambiato nonostante i servizi si siano ampliati. Tutte loro mi hanno trasmesso l’amore e la passione per questo lavoro, mi hanno insegnato che nulla va trascurato, neanche le cose più scontate, e che la cura del dettaglio fa davvero la differenza. E poi c’è la Signora Alda, proprietaria dell’Hotel, che all’età di 93 anni si emoziona ancora quando saluta i clienti: vederla e ascoltarla è un insegnamento quotidiano che ti riempie il cuore. Amo questo lavoro perché ti dà la possibilità di essere sempre in contatto con la gente… e di renderla felice dal primo all’ultimo giorno di vacanza».

Alice, al ricevimento per voi

Alice

Giovanissima e amatissima da grandi e piccoli di tute le età, Alice è la “mamma” di tanti bimbi che soggiornano in Hotel e la figlia di tanti genitori che in lei riconoscono l’affabilità e la simpatia leggera e goliardica di una ragazza dai modi gentili e dal sorriso contagioso…con un cuore GRANDE così. La troverete al concierge. Andatela a cercare. Lo capirete al primo sguardo.

«Lavorare qui è piacevole, coinvolgente, naturale. Perché questa è davvero come una grande famiglia! Ciascuno ha il proprio compito, ma tutti concorriamo per il raggiungimento di un solo obiettivo: la soddisfazione del cliente! Siamo molto uniti, capaci di trasmettere a vicenda l’amore e la passione per questo lavoro e per questo luogo un po’ magico, perché magiche sono le persone che lo popolano: le titolari vegliano su di noi e sui clienti, amichevolmente affabili e disponibili; i colleghi donano energia a tutta la struttura e i bambini, i tanti bambini riempiono l’aria di suoni e colori. Poi c’è lei, la Signora Alda, la nonnina di casa, sempre pronta a intrattenere tutti con i suoi racconti pomeridiani. Momenti speciali apprezzati da grandi e piccini. Insomma, se siete ad Alassio, venite a trovarci: sarete accolti in una grande famiglia!».

Maurizio Bruschi: il sorriso è servito

Il Maître Maurizio Bruschi

Cordialità, vivacità dialettica e un sorriso “stampato in faccia”: Maurizio Bruschi, il maître di sala dell’Hotel e del Ristorante Gourmet Rosa, non teme la fatica della doppia mansione, perché «è bello e divertente intrattenere i clienti. Ancora di più lo è soddisfare i loro desideri: sono sfide quotidiane che, una volta esauditi, fanno nascere sorrisi che ripagano degli sforzi fatti».

«Sono solo 7 mesi che lavoro qui, ma è come esserci da sempre: all’Hotel Rosa e nel suo Ristorante Gourmet ho trovato una grande famiglia. Occupandomi non solo della sala ristorante, ma anche di tutto ciò che vi ruota attorno e dunque il servizio di sala, gli acquisti e le relazioni pubbliche con i clienti, essere attorniato da collaboratori abili e disponibili alleggerisce ogni compito e permette alla sala di funzionare al meglio. Anche lo Chef è qui da poco, ma si è creato subito un buon feeling: quando chi hai di fronte dimostra capacità, professionalità e competenza, il resto viene da sé! Una grande fonte di energia arriva dagli stessi clienti. Attraverso le loro storie e le loro richieste scopro vite sempre nuove e interessanti. In questo mi aiutano le lingue: sapere l’inglese, il tedesco e il francese mi permette di comunicare al meglio… e di esaudire le richieste del cliente, offrendogli le risposte che cerca. Per questo spero di vedere ai “miei” tavoli e in Hotel in generale sempre più persone: se noi siamo il motore di questo posto, loro sono la benzina che lo fa funzionare. In cambio troveranno accoglienza, un buon servizio, la massima disponibilità e, ovviamente, un sorriso sempre sincero».